PresepiIntradizione

Villafalletto

Presepe nel Parco del Maira

Parco del Maira
Via Ruderi al Castello
Villafalletto(CN)

Da Venerdì 8 Dicembre 2017
a Domenica 7 Gennaio 2018

Sempre aperto, non illuminato

Mappa

Contatti

Villafalletto

×

Messaggio di stato

geolocalizzazione

Il presepe

Curiosità

UN PO' DI STORIA...
UN GIGANTE DI QUASI TRENT'ANNI

È stato battezzato "presepe gigante" la rievocazione della Natività che da quasi 30 anni viene realizzata nei posti più impensati nel comune di Villafalletto.
La tradizione del presepe a Villa è vecchia e si perde nella notte dei tempi, ma negli ultimi tre decenni ha preso una piega del tutto particolare, distanziandosi dai consueti canoni. 
Per un gruppo di volontari, fare il presepe è un impegno che si protrae tempo: iniziò con l'ubicazione nella Chiesa parrocchiale per spostarsi poi in un ampio locale del Municipio e poi la scelta finale di collocarlo presso i Ruderi del Castello per valorizzare questo angolo del paese che da sempre ha fatto da palcoscenico per le evoluzioni di generazioni di ragazzi.
Una scommessa da parte del gruppo  che dopo aver ponderato i rischi di un flop se non si fossero rispettati i canoni che il luogo imponeva. 
Una prima edizione con una superficie ridotta, ma ogni anno il sito si è allargato fino a coprire una superficie di circa 3 mila metri quadri.
Dal laboratorio artigianale sono uscite statue di ogni dimensione tutte targate Clemente, l'artefice insostituibile di un presepe che non ha pari da nessuna parte.
Con la fantasia di Gino e gli impianti elettrici di Cesco, si è andati in crescendo fino alle edizioni attorno all'inizio del millennio quando si è giunti all'apice qualitativo.
In seguito sono subentrate alcune difficoltà per quanto riguarda l'assunzione di responsabilità (dato che il posto d'inverno cela più di una insidia). È stata fatta la scelta di fare il presepe sl piazzale antistante la Chiesa parrocchiale.
E come le cose più belle, anche questa si è esaurita e per non lasciare orfano il paese di un presepe unico, alcuni superstiti del gruppo e nuove forze hanno trovato una soluzione ottimale portando statue, casette ed ambienti nei pressi dei sentieri del Parco del Maira che sta vivendo una stagione di euforia creativa.
E subito è rifiorito l'entusiasmo che è stato condiviso da tanti visitatori che si sono espressi con entusiasmo nei confronti dei promotori invogliandoli a mantenere una tradizione che non ha pari da nessuna parte. 
Delle circa 400 statue in polistirolo frutto del lavoro di Clemente ne sono rimaste poco più di un centinaio e c'era il pericolo che col logorio e la fragilità dei materiali non si potesse avere una continuità lunga. Ed invece si è trovata una soluzione con Erio che dopo i primi approcci si è scoperto un degno seguace di Clemente e quest'anno ha sfornato una decina di nuove statue che reggono il confronto con quelle iniziali.
Così il presepe continua a proporsi in prossimità del Natale per affascinare grandi e piccoli che possono ammirare il lavoro fatto venendo a contatto diretto con i vari ambienti realizzati.
Approfittando di no scenario particolare e suggestivo si è cercato ancora una volta di stupire gli spettatori invitandoli anche a meditare sull'evento che si vuole rievocare. 
Villafalletto si rende protagonista di un'opera che merita di essere visitata e vissuta da vicino.
Non siamo più alla grandiosità di tempi passati quando si poteva gustare il presepe anche di notte grazie all'illuminazione, ma il nostro presepe si deve annoverare tra quelli che meritano di essere visti dal di dentro dato che non esistono barriere che ne limitano il godimento. 
Di regola viene aperto nella festa dell'Immacolata (8 dicembre) e rimane visitabile fino all'8 gennaio 2017.



Contattaci

Per informazioni 3282637000

Area riservata per iscritti

X